OLI VEGETALI E GRASSI DI CUCINA



Perché recuperare gli oli e grassi di cucina?
- Per ridurre i rifiuti a carico del sistema fognario comunale.
- Per ridurre gli interventi (privati e comunali) necessari a causa della formazione di tamponi grassi.
- Per eliminare i grassi alimentari negli impianti di depurazione (con riduzione dei costi di gestione).
- Per eliminare il rischio di soffocamento della flora e della fauna nei corsi d’acqua.
- Per ridurre l’uso di oli vegetali nelle lavorazioni industriali a favore di quelli di recupero.

Come di recupera?
Gli oli domestici di scarto e i grassi animali devono essere raccolti in appostiti contenitori di plastica (es. bottiglie) e devono essere successivamente conferite chiuse, nei contenitori posizionati nei punti di raccolta comunali.
Personale qualificato provvederà periodicamente al loro ritiro, inviando il tutto all’impianto di trattamento per ottenere oli di recupero da utilizzare in molteplici lavorazioni industriali (Bio-diesel, produzione di corrente, generazione di calore etc…).

Cosa conferire?
Si:
- Oli dei barattoli sott’olio;
- Oli derivanti da fritture e/o cotture in pentola
- Oli scaduti, burro e/o similari

No:
- Residui di cibo;
- Acqua di lavaggio delle pentole, piatti, vasetti o di qualsiasi altro genere.

Gli oli vegetali e i grassi da cucina vanno raccolti in bottiglie di plastica e conferiti presso i contenitori posizionati nei centri di raccolta comunali o in altri luoghi dedicati.
Per maggiori informazioni occorre rivolgersi all’ecosportello del proprio comune.

Manifesto Oli esausti