VETRO




Cosa buttare
Bottiglie, barattoli, vasetti in vetro, fiaschi senza paglia.

Cosa non buttare
Lastre di vetro retinato e antisfondamento, specchi, oggetti di ceramica o porcellana, lampadine e tubi al neon.
Un piattino di ceramica, se inserito in un contenitore per la raccolta differenziata del vetro, potrebbe "rovinare" l’intera quantità di vetro in esso contenuto.

Come conferire
È indispensabile che i rifiuti vengano messi nel contenitore in modo sfuso (non in sacchetti di plastica) e, se necessario, puliti da eventuali residui

Lo sapevate che:
Con 1 kg di rottame di vetro recuperato con la raccolta differenziata si ottiene 1 kg di nuovi contenitori in vetro riciclati, all’infinito e senza alcuna perdita.
Il riciclo del vetro permette di risparmiare molta energia di fusione (fino al 25-30%) e il 120% di materie prime. Infatti una bottiglia di vino di 350 g si produce con 350 g di vetro riciclato oppure con 420 g di materie prime tradizionali.
Ogni 3-4 imballaggi riciclati, si risparmia l’energia necessaria per fabbricare il successivo.
Il riciclo del vetro in Italia, nel 2008, ha permesso: di ridurre l’estrazione di materie prime tradizionali (sabbia, soda, carbonati, etc.) per circa 2.921.416 tonnellate, pari al volume sviluppato dalla Piramide egizia più importante, quella di Cheope, alta ben 137 metri; di recuperare una quantità di energia pari a 1.132.272 MWh, tale da permettere il funzionamento di 4.584.097 lavatrici di Classe A per un anno; di evitare l’emissione in atmosfera di “gas climalteranti” per 1.865.761 tonnellate di CO2, equivalenti alle emissioni annuali di circa 1.040.000 auto Euro 4 circolanti per un anno.